Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli. LEGGI

 

Print
Hits: 719

(Federazione internazionale delle Persone con disabilità fisica)

 

Nel corso dell’Assemblea generale annuale FIMITIC, svoltasi a Roma dall’11 al 13 settembre 2015, l’Associazione italiana invalidi civili ANMIC è entrata a far parte della Federazione europea dei disabili fisici FIMITIC.

L’adesione ANMIC è ora divenuta ufficiale. A conclusione dei lavori della sua Assemblea Generale Annuale (AGA), la FIMITIC ha eletto nel proprio Consiglio direttivo, quale rappresentante della maggior associazione italiana dei disabili, il Presidente nazionale ANMIC Nazaro Pagano. L’organizzazione-ombrello internazionale ha sede a Bruxelles e raccoglie già le realtà associative di 19 diversi Paesi europei. La FIMITIC attualmente è diretta da Miguel Angel Garcia Orca, Presidente dell’Associazione spagnola Fundaciòn del Lesionado Modular. La Federazione promuove le pari opportunità per le persone con disabilità fisica e sensoriale ed agisce di concerto alla promozione legislativa e sociale contro ogni forma di discriminazione.

“La crisi economica e la conseguente rimodulazione del Welfare, in atto in tutta Europa, rendono sempre più importanti per i disabili lottare insieme per i propri diritti e per favorire il coordinamento delle politiche sociali e sanitarie dei paesi UE” - ha dichiarato nel proprio saluto all’Assemblea FIMITIC il Presidente nazionale Anmic Nazaro Pagano. “Il nostro è dunque un compito imprescindibile che intendiamo con la nostra associazione portare avanti, allo scopo di scongiurare il rischio crescente di un progressivo arretramento dei diritti o di eventuali accordi politici al ribasso, dettati dalle attuali difficoltà economiche degli Stati europei”.